La bellezza del lago d’inverno

Il giorno del compleanno di Miriam siamo andati a fare una pasteggiata sul lago di Viverone. Ero già stato più volte a Viverone, sia per trascorrere un po’ di tempo che per scattare delle foto per un matrimonio. Era, però, sempre estate. Andando in pieno inverno (inizio febbraio) mi ha accolto un luogo totalmente diverso, con un’atmosfera cupa, fredda, desolante. Sembrano tutti aggettivi negativi, ma dopo un primo, strano, impatto, la particolarità del lago di inverno mi ha rapito. Le anatre, unici spettatori di quello scenario, assieme ad una imbarcazione turistica lasciata alla deriva. Gli alberi spogli, il sottile strato di neve e brina sulla strada. Con noi avevamo anche la macchina fotografica (anche la “nuova” Polaroid 600) e rivedere le foto che abbiamo scattato per gioco mi ha fatto capire quanto mi sia piaciuto quello scenario, forse anche più della iterazione estiva, molto più turistica e “comune”.

Rispondi