Di quello che mi mancava

SAMSUNG CSC

Era abbastanza ovvio. Tra le cose che più mi mancano di casa ci sono sicuramente il mare ed andare in moto. Credo che assieme alla fotografia siano forse le tre cose che possono raccontare meglio chi sono e come sono. Sarà per questo che tornando a Palermo per un paio di giorni, ho voluto ritagliare una mattinata per mettere in sesto Mukkina e fare un bel giro.
Per chi non lo sapesse, Mukkina è la mia moto d’epoca, una BMW R65. E’ forse l’unico oggetto al quale sono legato davvero emotivamente, per tanti motivi.

Domenica mattina mi son quindi organizzato con Lollo, ed abbiamo deciso di far un giro per monte Pellegrino e per l’Addaura. Per chi non sapesse neanche questo, Lollo è uno di quegli amici che tra una risata e l’altra riesce a farti dimenticare tutti i casini della vita, almeno per una mattinata.
Mi mancava il vento sul viso, il profumo del mare, il calore del sole. Mi mancavano tante cose. Ma mi son anche reso conto che, quando una cosa ti manca per davvero, riscoprirla ti fa anche capire quanto sia importante, e quanto non bisogna mai dare nulla per scontato. Quindi grazie a Mukkina, grazie alla Sicilia, e grazie anche a Lollo, adorabile cazzone.

2 thoughts on “Di quello che mi mancava

Rispondi